Sie befinden sich hier

Inhalt

Centrale di Thusis

Già alla fine del 19° secolo veniva costruita a Thusis una centrale elettrica che serviva per la fornitura di energia a una fabbrica di carburo. Dopo la dismissione della fabbrica la centrale è stata utilizzata per l'approvvigionamento di energia del comune e della Ferrovia Retica. A partire dal 1920 la centrale è stata acquisita dalle Rhätische Werke, che ne hanno potenziato gli impianti, e infine la vecchia Centrale di Thusis è stata acquistata dall'appena costituita KHR nel 1956 in aggiunta ai tre principali impianti di produzione.

Dopo due anni di lavori di costruzione, nel 1968 è stata messa in servizio una nuova centrale a Thusis che, completamente rinnovata, serve oggi per l'approvvigionamento energetico dei comuni. La centrale sfrutta l'acqua di dotazione e i deflussi residuali del Reno posteriore nonché il salto di 100 metri che parte dalla presa d'acqua Rongellen con due turbine Francis ad asse orizzontale. L'energia elettrica prodotta viene interamente immessa in rete per l'approvvigionamento della valle e copre circa il 25% del fabbisogno energetico dei comuni concessionari.

Cifre

Livello massimo d'invaso 788 m s.l.m.
Acqua utilizzabile 6 mv/s
Salto geodetico 90 m
Potenza delle turbine 4.6 MW

Kontextspalte

  • Centrale di Thusis © KHR – Officine idroelettriche del Reno posteriore S.A.Centrale di Thusis © KHR – Officine idroelettriche del Reno posteriore S.A.